Sport in vacanza

Sport in vacanza

Durante l’inverno, il lavoro o lo studio spesso lasciano poco tempo da dedicare allo sport e all’attività fisica: la vita sedentaria prende il sopravvento e i chili di troppo tendono ad aumentare.

L’ideale sarebbe mantenersi in forma tutto l’anno, senza inutili diete dell’ultimo minuto od allenamenti eccessivi per la “prova costume”. Tuttavia, è anche vero che è proprio con l’arrivo della bella stagione che aumentano le occasioni per muoversi e fare un po’ di sport, soprattutto all’aria aperta o in riva al mare. L’importante, in ogni caso, è sempre non esagerare: nel non far nulla…. e nel fare troppo: dopo una stagione di completa inattività, infatti, allenamenti eccessivi possono sortire effetti opposti, come la cosiddetta sindrome da super-allenamento (stanchezza, apatia, incapacità di mantenere le prestazioni atletiche, depressione).
Corsa, bicicletta, pattinaggio, queste sono le attività aerobiche più praticate d’estate: non causano particolari accumuli di acido lattico e consentono una buona una riossigenazione di tutto l’organismo. Inoltre, in vacanza si può godere della bellezza di un paesaggio, respirando aria pulita e, magari, scambiando qualche parola con un compagno do sport.

Procedere in modo progressivo è indispensabile, come lo sono anche le fasi di riscaldamento e di defaticamento, prima e dopo l’attività fisica.
E’ meglio optare per un percorso senza particolari asperità: salite e discese obbligano i muscoli a lavorare in ipo-ossigenazione.
Le pause tra un allenamento e l’altro sono d’obbligo, specie se durante l’inverno non si è fatto nulla. In questi casi, inoltre, è buona norma sottoporsi ad una visita medica per verificare di essere idonei all’attività fisica prescelta.

Tra gli altri innumerevoli sport estivi, il nuoto rappresenta sicuramente quello più completo, per donare tono e vigore a tutto l’organismo; anche semplici passeggiate in riva al mare (meglio se in acqua) risultano particolarmente efficaci per combattere la cellulite e rassodare gambe e glutei.
In estate, è assolutamente sconsigliato fare sport durante le ore più calde della giornata: il mattino presto e la sera, dopo il tramonto, sono sicuramente le fasce orarie più indicate.

L’alimentazione, che dovrebbe comunque essere curata tutto l’anno, in questa stagione gioca un ruolo determinante, soprattutto per gli sportivi.
E’ importante limitare l’assunzione di grassi ed aumentare invece l’apporto di fibre, utili all’organismo per in rapido recupero delle energie spese.
Bere moltissima acqua è indispensabile: con il cado si tende a sudare molto di più ed occorre quindi restituire al corpo una buona quantità di liquidi, il rischio è di incorrere in una disidratazione con un conseguente aumento della densità del sangue, che obbligano il cuore ad un lavoro eccessivo.

Durante lo sforzo fisico, è meglio scegliere una bevanda a bassa concentrazione di sali minerali, perché più facilmente e velocemente assimilabile; dopo, al contrario, l’uso di integratori di sali minerali è assolutamente consigliato. Essi, infatti, favoriscono le reazioni biochimiche, intervengono nella regolazione della pressione sanguigna e del sistema nervoso, e mantengono stabile l’equilibrio idro-salino dell’organismo.

La temperatura ideale per tali bevande è di 8-10°: favoriscono l’abbassamento della temperatura corporea, senza provocare disturbi digestivi.
Da limitare, invece, il consumo di caffè, alcool e bevande gasate (specie se contengono caffeina).

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine