Costituzione

Costituzione

Costituzione degli individui

La dottrina delle costituzioni umane, inizialmente intuita da Ippocrate, nel corso dei secoli è stata oggetto di numerosi studi, tra i quali spiccano la classificazione su criterio embrionale di Martiny e quella su criterio endocrinologico, condotta da Pende.

In Omeopatia la classificazione universalmente adottata è quella di Nebel e Vannier.

In base all’aspetto esteriore possono essere classificati in un numero limitato di tipologie o costituzioni, basate sull’insieme dei caratteri morfologici, psichici e funzionali che differenziano i singoli individui.

In questo modo, la medicina omeopatica è in grado di prevenire le diverse malattie, intervenendo sulle predisposizioni patologiche del paziente, attraverso l’analisi della relazione biotipo/patogenesi. Esistono tre differenti tipologie di biotipo.

- Costituzione longilinea (o fosforica).
- Costituzione brevilinea (o carbonica);
- Costituzione normolinea (o sulfurica).

COSTITUZIONE BREVILINEA

I soggetti a costituzione brevilinea (o carbonica) tendono generalmente al sovrappeso. Per questo motivo sono particolarmente predisposti a patologie di tipo metabolico: obesità, diabete, ipercolesterolemia, gotta e calcolosi. Possiedono arti corti e mani molli e carnose dal palmo quadrato.

Il viso è rotondeggiante con predominanza del piano inferiore; i denti quadrati e ben impiantati. Caratterizzati da una certa ipotonia muscolare, presentano una discreta rigidità legamentosa ed articolare, che impedisce loro la completa distensione dell’avambraccio, o di toccare con le mani le punte dei piedi senza piegare le ginocchia. Caratterizzati da un’estrema diligenza, sono metodici, precisi e pazienti.

COSTITUZIONE LONGILINEA

I soggetti a costituzione longilinea (o fosforica) sono generalmente magri, possiedono arti lunghi e sottili e mani dalle dita affusolate ed un torace è stretto, con scapole alate. Il viso è allungato, con predominanza del piano frontale; i denti rettangolari e predisposti alle carie. I muscoli sono ipotonici. Sesso soffrono di una certa lassità legamentosa, che lo predispone ad alterazioni della statica vertebrale (lordosi, scoliosi, cifosi, etc.). Generalmente dominati da ipersensibilità nervosa e facilmente affaticabili, sono caratterizzati da un forte temperamento artistico, che li porta ad odiare tutto quel che è ordine e monotonia, e da una tipica instabilità termica con sensibilità al freddo.

Insofferenti agli ambienti chiusi, amano vivere all’aria aperta. Solitamente soffrono sempre di piccoli di disturbi, specie infiammazioni delle prime vie aeree, difficoltà digestive ed irregolarità dell’alvo, ma raramente sono affetti da malattie gravi. Sono predisposti geneticamente a tubercolosi, pneumotoraci ed ipotensione arteriosa.

COSTITUZIONE NORMOLINEA

I soggetti a costituzione normolinea (o sulfurica), hanno un peso medio ed un atteggiamento misurato. Possiedono una buona tonicità muscolare.

Il viso è rettangolare ed armonioso; i denti quadrati e con una perfetta occlusione. Caratterizzati da un particolare ottimismo, sono allegri e curiosi, sempre in movimento e con una grande resistenza al lavoro fisico e mentale.
Sono molto calorosi, con tendenza ad aumenti improvvisi della pressione arteriosa. Spesso soffrono di manifestazioni congestizie, spastiche e suppurative che, a volte, coinvolgono anche la cute (eczemi, dermatite seborroica, psoriasi). Sono predisposti alle manifestazioni allergiche (orticaria, oculorinite, asma bronchiale).

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine