Gli oli essenziali

Gli oli essenziali

Oli essenziali e modalità di assunzione
Le tecniche di estrazione delle essenze delle piante, a fini medicinali, cosmetici o, semplicemente, per il piacere si inalarne l’essenza, sono state oggetto di interesse e ricerca fin dai tempi più antichi.

Prima del processo di distillazione a vapore, attualmente utilizzato, gli oli essenziali venivano estratti dalle piante attraverso la spremitura manuale e la macerazione.

L’olio, raccolto in una spugna, veniva poi fatto colare in un apposito recipiente, per poi essere usato come unguento o profumo. Durante la macerazione, fiori e foglie venivano premuti fino a che le cellule oleifere non si fossero rotte, per poi essere immersi in olio vegetale (che ne assorbe l’essenza) e lasciati riposare a caldo.

Oggi, attraverso la distillazione a vapore degli oli essenziali, vengono sfruttati l’alto tasso di volatilità e l’insolubilità che li caratterizzano. In base alla densità, essi galleggiano o affondano in acqua a seguito della condensazione.

Proprietà degli oli essenziali

Antisettiche: contrastano lo sviluppo dei germi, in modo assolutamente innocuo verso i tessuti sani.
Antitossiche: rendono inattive le sostanze di deterioramento delle cellule.
Cicatrizzanti: stimolano la rigenerazione cellulare, agevolando i processi di riparazione e prevenendo le sovrainfezioni batteriche.
Antiparassitarie: tengono lontani insetti, tarme e zanzare. Specialmente timo, geranio ed alloro.
Antireumatiche: efficaci nel trattamento di affezioni dolorose articolari come l’artrosi. Applicati localmente, con impacchi o massaggi, si propagano dalla pelle fino ai tessuti profondi.
Tonificanti: stimolano le ghiandole endocrine, specialmente la corteccia surrenale, che determina la suscettibilità e la resistenza allo stress.
Stimolanti sulla sessualità: stimolano l’apparato genitale. Soprattutto gelsomino, neroli e patchouli.

Modalità di assunzione

Le essenze aromatiche possono essere assunte attraverso le seguenti modalità: sono molteplici inalatoria, transdermica, orale, oppure attraverso bagni, impacchi, creme, gargarismi, pediluvi, etc. Tuttavia, si prediligono solitamente la via orale e quella esterna.

Essendo estremamente concentrati, gli oli essenziali hanno un basso indice terapeutico: è consigliato evitarne l’assunzione per via orale senza aver prima consultato un esperto in aromaterapia.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine