I preservativi: gli alleati dell'uomo

I preservativi sono, da sempre, lo strumento più efficace pe

Provoca una possibile frustrazione sessuale, può interferire con il piacere e l’intensità dell’orgasmo, può amplificare lo stress. Sconsigliato nel caso di eiaculazione precoce o per quanti hanno problemi di erezione, ha inoltre una bassa efficacia contraccettiva. Nonostante tutte queste controindicazioni, ben 40 milioni di coppie in tutto il mondo scelgono il coito interrotto come metodo contraccettivo di prima scelta. Che, per inciso, fallisce nel 20% circa dei casi perché non sempre si riesce a controllare il momento dell’eiaculazione. Inoltre, già prima di eiaculare possono esserci perdite di liquido seminale che possono contenere spermatozoi pronti a fecondare l’uovo.

Se per molte coppie stabili una possibile gravidanza non rappresenta un problema e il coito interrotto è un modo per aumentare la tensione erotica della coppia, giocare con il fuoco può essere deleterio per quanti, lungi dal desiderare la stabilità, si divertono tra le lenzuola cambiando frequentemente partner. Oltre al rischio di una gravidanza, un rapporto senza protezione ha un rischio elevato di trasmettere o contrarre malattie. Sifilide, AIDS, gonorrea, epatiti…sono tra le MST, malattie sessualmente trasmissibili, più famose. È sufficiente un rapporto non protetto con un partner infetto per contrarre una MST. Non tutte sono mortali; spesso, però, se trascurate (molte, per l’uomo, sono asintomatiche), possono portare all’infertilità.

I preservativi sono, da sempre, lo strumento più efficace per proteggere se stessi e i partner dalle malattie: già nel 1500, costituiti da budello animale, avevano la funzione di profilassi da MST. Oggi la composizione dei profilattici ha fatto passi da gigante. I condom più comuni sono in lattice, mentre per chi è allergico al lattice c’è la possibilità di ricorrere a profilattici in poliuretano, altrettanto efficace.
Il loro mercato è immenso e la fantasia non ha limiti: letteralmente, ne esistono per tutti i gusti e le necessità. Esistono diversi modelli di preservativi: tradizionali, quelli extralarge (per uomini più dotati), aromatizzati alla frutta, fosforescenti, colorati, ritardanti, con nervature stimolanti per un piacere di coppia più intenso, sottili, supersottili, lubrificati…insomma: pensate a una caratteristica e quasi sicuramente troverete il preservativo cui associarla. Se non lo trovate, avrete fornito un ottimo spunto al mercato e molte coppie vi ringrazieranno del contributo al progresso.

Ironia a parte, la questione centrale rimane in ogni caso il fatto che i preservativi sono importanti per la loro funzione contraccettiva e di profilassi. Ma non solo: i condom oggi aiutano a contrastare l’eiaculazione precoce (EP), una disfunzione sessuale che impedisce all’uomo di controllare volontariamente l’erezione. I sessuologi stimano che il 20-25% degli uomini in età sessualmente attiva sia affetto da EP. Posto che nel caso di eiaculazione precoce è comunque bene valutare la possibilità di un intervento farmacologico mirato se il problema è importante, preservativi ritardanti come Durex Extended Pleasure, ad esempio, sono indicati per contenere il problema e favorire i rapporti sessuali. Questi contengono uno speciale lubrificante (benzocaina) che agisce come un lieve anestetico sul pene. L’anestetico non supera la barriera del lattice e non desensibilizza il partner, con il risultato che l’unica differenza che coglierà il partner sarà la durata del rapporto.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine