Stress causa impotenza: aumenta consumo di Viagra

Impotenza: aumenta il consumo di Viagra

La qualità del nostro stile di vita ha un inevitabile riflesso sulla nostra salute e, di conseguenza, a risentirne è anche la salute sessuale. L’impotenza è una patologia seria che, come tale, non va sottovalutata. Talvolta è il campanello di allarme di problemi di salute ben più grandi (il diabete, ad esempio) che, una volta diagnosticati e trattati correttamente, risolvono anche la disfunzione erettile. Il più delle volte, però, l’impotenza è riconducibile a cause fisiologiche e psicologiche che coinvolgono un numero sempre maggiore di uomini, anche giovani. In modo particolare, l’ansia e l’insicurezza giocano un ruolo fondamentale nel meccanismo dell’erezione. È scientificamente dimostrato che gli stati emotivi sono in grado di scatenare tempeste chimiche nel nostro cervello che vanno a interessare i neurotrasmettitori. Ad esempio, la riduzione del livello di uno specifico amminoacido è la causa principale di uno stato ansioso e, per questo motivo, sono stati sviluppati dei farmaci che aiutano a contenere l’ansia.

Migliorare il proprio stile di vita, cercando di evitare lo stress e la frenesia quotidiana, è sicuramente importante per ottenere dei benefici. Talvolta, però, questo non è sufficiente per risolvere il problema dell’impotenza. Come si diceva poc’anzi, la disfunzione erettile ha anche cause fisiche: nel normale funzionamento del pene, il tessuto spugnoso che lo costituisce deve essere rilassato per consentire l’afflusso di sangue all’interno dei corpi cavernosi. Quando il flusso di sangue è insufficiente, non si verifica l’erezione, oppure l’erezione si verifica ma non si mantiene nel tempo. Sono stati sviluppati farmaci specifici quali Viagra, ad esempio, che favoriscono il processo di rilassamento dei tessuti del pene e, di conseguenza, aiutano a mantenere l’erezione.

Nel momento in cui ci si appoggia alla terapia farmacologia per far fronte alla disfunzione erettile, ecco però che subentra un altro problema che, per quanto piccolo, può essere difficile da gestire: il tempo. L’acquisto di Viagra diventa l’ennesimo tassello da aggiungere alla nostra agenda già piena di impegni e presuppone che un uomo trovi il tempo di recarsi dal medico e, successivamente, di raggiungere la farmacia, cosa che non sempre è fattibile in un solo giorno ed è spesso considerata una perdita di tempo. A maggior ragione in un momento storico come quello odierno, con contratti di lavoro precari che rendono difficile, per non dire impossibile, prendersi mezz’ora di permesso per potersi occupare di se stessi ed evitare i sensi di colpa per aver trascurato, anche se per poco tempo, il lavoro.

A questo si aggiunge anche il fatto che acquistare al banco un farmaco che risolve il problema dell’impotenza può mettere in difficoltà il cliente, soprattutto nei piccoli centri. Fortunatamente le soluzioni esistono e consentono di risparmiare tempo mettendo i consumatori al riparo da crisi d’ansia e, al tempo stesso, di salvaguardare la privacy personale. Le nuove generazioni (ma non solo) sono sempre più avvezze a fare acquisti tramite il web e, non a caso, sono sempre più numerose le persone che preferiscono acquistare Viagra online attraverso farmacie specializzate. Quest’ultime sono simili per tutto alle farmacie tradizionali, ma con l’innegabile vantaggio di essere aperte 24 ore su 24, garantendo così ai clienti di tutto il mondo rapidità, sicurezza e discrezione.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine