I benefici dei massaggi

I benefici dei massaggi

L’arte del massaggio rappresenta una delle più antiche metodologie utilizzate a fini terapeutici. Le tecniche di massaggio (praticato per la cura dei dolori reumatici, contusioni, spasmi muscolari, etc.) furono descritte per la prima volta dai cinesi e dagli indù nel 5000 a.C. Lo stesso Ippocrate, padre della medicina occidentale, all’inizio de V sec. a.C. ne descrisse le numerose proprietà terapeutiche all’interno dei suoi scritti.

Egli affermava: “il medico deve avere molteplici esperienze, ma deve conoscere sicuramente l’arte del massaggio”.
Omero (VIII sec. a.C.) nell’Odissea definisce il massaggio come metodica valida per il recupero della salute dei guerrieri: lenisce il dolore di un’articolazione infiammata, infondendo una sensazione di tonicità e di benessere. Giulio Cesare, che soffriva di epilessia, riusciva a tenere sotto controllo emicranie e nevralgie proprio attraverso il massaggio. Gli egiziani lo consideravano un’arte sacra: le tecniche manuali erano accompagnate dall’uso di erbe medicinali e di balsami per il corpo. E’ con l’avvento del cristianesimo che il massaggio, in quanto forma di palpazione e contatto tra i corpi, fu considerato a lungo come peccaminoso, per ricominciare ad essere stimato ad apprezzato dagli occidentali sono alla fine del XVIII secolo.

Rilassante o curativo, sportivo od estetico, oggi esistono infinite tecniche e specializzazioni: l’arte del massaggio è in ogni caso un percorso molto delicato e complesso che richiede uno studio approfondito e, pertanto, deve essere eseguito esclusivamente da personale altamente specializzato. Il massaggio, se praticato correttamente, è in grado di influenzare tutto il nostro corpo umano: sistema nervoso, circolazione del sangue, muscolatura, sistema scheletrico,sistema ormonale, sistema respiratorio e sistema digestivo. Le manualità fondamentali del massaggio, differenti a seconda delle singole tecniche e delle finalità specifiche, sono le seguenti:

  • pressione pura: manualità di base, origine di qualsiasi tecnica di massaggio;
  • sfregamento: manualità che può venire eseguita con una secondo 3 differenti livelli di intensità di pressione, al fine di drenare il piano cutaneo, quello sottocutaneo e quello muscolare;
  • sfregamento: manualità che può venire eseguita con una secondo 3 differenti livelli di intensità di pressione, al fine di drenare il piano cutaneo, quello sottocutaneo e quello muscolare;
  • impastamento: manualità di scollamento ad effetto elasticizzante;
  • percussione o battitura: manualità stimolante e vasodilatatoria;
  • vibrazione: manualità differenziata in base al livello di intensità, con relativi sedativi o stimolanti.


Il massaggio, in ogni caso, è in grado di riattivare l’energia fisica e mentale. Innanzitutto, agevola a la circolazione sanguigna favorendo il ritorno del sangue venoso dalla periferia verso il cuore. Variando l’intensità pressoria, è possibile direzionare l’effetto sulle vene superficiali o su quelle profonde, migliorando il generale funzionamento dell’organismo e l’elasticità della pelle, ed agevolando il ricambio cellulare, eliminando le tossine. Il massaggio stimola la circolazione linfatica: riassorbe gli edemi, scioglie i depositi organici post-traumatici ed aiuta ad eliminare l’acido lattico. L’azione sui muscoli, inoltre, può essere tonificante o decontratturante, a seconda delle specifiche esigenze.

L’efficienza delle articolazioni e del liquido sinoviale risulta maggiore, mentre sulle terminazioni nervose periferiche è possibile ottenere un effetto antalgico. Se il massaggio è praticato a livello addominale, aiuta lo svuotamento dell’intestino, favorendone la funzione peristaltica ed attivando i reni ad eliminazione l’acqua e le sostanze tossiche.

Utilissimo anche nella lotta contro gli inestetismi della cellulite, il massaggio è oggi praticato in ogni centro estetico per rimodellare e tonificare gambe e glutei, oltre che per rilassare mente e corpo. Inoltre, le sue proprietà curative vengono messe in pratica da medici, osteopati e fisioterapisti.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine