No a effetto yo-yo: dimagrire con il chetone del lampone

Dimagrire con l’aiuto del chetone del lampone

Il 10 ottobre di ogni anno si tiene l’Obesity Day, una campagna di sensibilizzazione su sovrappeso e salute. In occasione di questo appuntamento, qualche anno fa l’associazione italiana dei dietologi aveva diramato le dieci linee guida "per ridurre stabilmente un eccesso di peso o prevenirne la comparsa in soggetti adulti". Il decalogo è stato ideato per aiutare gli italiani a focalizzare l’attenzione sui comportamenti da evitare per evitare il sovrappeso.

Ma non è solo la prevenzione a preoccupare gli specialisti: quando si decide di intraprendere una dieta dimagrante, spesso si incorre nell’effetto yo-yo. Come dice la parola, è l’alternarsi, nel tempo, di periodi di dimagrimento ad altri momenti in cui si recupera il peso perduto e, spesso, se ne aggiunge altro.
Per alcuni soggetti, come le persone tendenzialmente grasse od obese che sperimentano di continuo differenti diete per riuscire a ritornare a livelli di indice di massa corporea (IMC) accettabili, l’effetto yo-yo è molto dannoso perché si ripresenta di continuo diventando un vero pericolo per la salute. Il continuo oscillare tra perdita e recupero del peso, infatti, aumenta il rischio cardiovascolare.

Da cosa dipende l’effetto yo-yo? Si può evitare? La risposta alla seconda domanda è “certamente!”. Vediamo quindi di capirne i meccanismi e scoprire i segreti per dimagrire senza effetti collaterali per la salute.
Di solito l’altalena è conseguenza di una dieta dimagrante troppo restrittiva, sia in termini di calorie che in termini di varietà degli alimenti consumati. La perdita di peso è solo apparente, perché queste diete provocano forte perdita di liquidi e di massa magra (con quali mattoncini il corpo costruisce i muscoli se ci priviamo di determinati alimenti?). Con meno muscoli il nostro organismo deve bruciare meno calorie e il metabolismo rallenta, adattandosi alla nuova situazione. Quando il metabolismo rallenta, come conseguenza, le riserve lipidiche restano là dove sono, non vengono smaltite e serve meno tempo per accumularle: ecco spiegato perché si ingrassa nuovamente.

Per poter dimagrire con successo evitando l’effetto yo-yo bisogna perciò perdere peso lentamente e costantemente, previo esame di coscienza sulle nostre abitudini alimentari. Solo così il risultato ha la garanzia di essere stabile.
Ognuno ha una propria fisiologia e un metabolismo più o meno veloce: quante volte ci è capitato di pensare “Ne ho mangiato solo un pezzettino e mi ritrovo con mezzo chilo in più”, invidiando l’amica che si è sbafata due porzioni dello stesso piatto senza prendere un grammo?
Per dare una scossa al metabolismo senza lanciarsi in diete-tortura con effetti temporanei, è utile integrare la dieta con il chetone di lampone, un integratore brucia grassi completamente naturale e, perciò, sano e privo di effetti collaterali sull’organismo. Questo integratore completamente naturale è estratto dal lampone in una formula nuova completamente naturale e concentrata, perfetta per aiutare il corpo a bruciare in modo autonomo i grassi depositati nel corpo che spesso è difficile targettizzare con il semplice esercizio fisico. Questo tipo di integratore naturale al 100% è già molto famoso in tutto il mondo grazie al parere medico e ai risultati riscontrati dal Dr Oz, il medico televisivo americano. In una puntata dedicata al dimagrimento naturale egli, infatti, ha mostrato quante persone abbiano infatti visto molti benefici in termini di dimagrimento aggiungendo l’estratto di Chetone di lampone alla dieta.

Il chetone di lampone o Raspberry Ketone in Italia è disponibile sul mercato in comode pastiglie a base dell’estratto concentrato di questa sostanza e va assunto regolarmente ad integrazione della dieta quotidiana. Per dimagrire, bando perciò a diete monoprodotto o sacrifici estremi: mangiate di tutto, senza eccedere in alimenti troppo calorici e ricchi di grassi e dedicate un po’ di tempo della vostra giornata al moto.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine