Chiropratica

Chiropratica

La chiropratica (dal greco, chei =mano e praktikè=pratica) è un’arte manipolativa che fonda i suoi presupposti in una concezione olistica della vita e delle metodologie terapeutiche e di diagnosi da adottare in presenta di molti disturbi e patologie.

Secondo tale filosofia un individuo è perfettamente sano solo in presenza di un equilibrio psico-fisico de emozionale.

E’ una pratica manuale che cura alcune patologie attraverso specifiche manovre a livello vertebrale ed osteoarticolare. Correggendo le relazioni strutturali anomale, il corpo è in grado di utilizzare le proprie risorse per ripristinare le funzioni normali dell’organismo: si va ad agire sulla correlazione tra le strutture scheletro-muscolari ed il funzionamento dei singoli organi, specie nella relazione colonna vertebrale/sistema nervoso.

Il merito di tali scoperte va attribuito al dottor D. D. Palmer, il quale nel 1895 a Davenport (Iowa, U.S.A.) si accorse che una correzione specifica manuale, effettuata sulla colonna vertebrale, poteva ristabilire lo stato di salute dei suoi pazienti. Trovando un edema nella colonna vertebrale di uno di essi, sordo da 17 anni in seguito ad un incidente, effettuò delle pressioni manuali sulla prima vertebra cervicale e l’uomo riacquistò immediatamente l’udito. Il medico verificò di conseguenza il legame molto stretto tra la struttura della spina dorsale ed il funzionamento del sistema nervoso.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha oggi riconosciuto i benefici derivanti da tale terapia, la quale, pur basandosi sull’antica filosofia olistica, è ora una sua scienza comprovata dalle più moderne nozioni dell’anatomia umana, del sistema nervoso, della fisiologia e della biomeccanica.

Come funziona

Il sistema nervoso è il primo insieme di tessuti che si viene a formare in seguito al concepimento, al fine di controllare e regolare la crescita, controllando la funzione di ogni cellula, tessuto, organo e sistema dell’organismo. Il midollo spinale, in particolare, ha la funzione essenziale di portare i messaggi al resto del corpo: la condizione indispensabile per lo salute psico-fisico dell’individuo è che fluisca ininterrotto all’interno della colonna vertebrale. Eventuali spostamenti delle vertebre, possono causare una compressione del midollo, irritando i nervi ed interferendo con le funzioni dei tessuti che essi controllano. Le cosiddette sublussazioni vertebrali possono essere causate da molteplici fattori: cadute, incidenti d’auto, attività sportive ed, inoltre, anche da stress, diete sbilanciate, una vita troppo sedentaria e tutte le attività quotidiane che possono influire negativamente sulla normale posizione fisiologica e sul movimento delle vertebre che ricoprono il midollo spinale.

Dopo aver esaminato molto attentamente la colonna vertebrale ed il bacino del paziente attraverso esami radiografici, ortopedici e neurologici, in base ai riscontri ottenuti il chiropratico deciderà se intervenire o meno. I sintomi e le patologie riconducibili alla presenza di sublussazioni vertebrali, e di conseguenza curabili attraverso la chiropratica, sono principalmente quelle che seguono:

  • mal di testa, dolori alla schiena, ernia del disco, sciatalgia, dolori nella zona cervicale, vertigini, problemi di equilibrio, dolori alle braccia, alle gambe, alle mani, ai piedi, formicolii, dolori alle spalle, artrite, artrosi, scoliosi emalocclusione dentale.
  • problemi gastro-intestinali, disturbi all’apparato genito-urinario, problemi di pressione del sangue, tachicardia, ansia, attacchi di panico ed insonnia.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine